LOGO ABA
LOGO MIUR  Logo Consiglio Logo Senato LOGO camera deputati Logo MACERATA    
INIZIATIVA
PATROCINATA DA

Le Giurie

La giuria internazionale di Corto in Accademia
Selezionerà, tra tutti i partecipanti regolarmente iscritti, le 10 opere che accederanno alla finale del 25 Maggio così composta:

alain
- Alain BOURGES
- Francia - docente di video making all'ESAAB di Rennes
Alain Bourges è un videomaker, laureatosi all'Università Parigi 8 Vincennes; partecipa regolarmente a festival internazionali sull'arte del video e parallelamente svolge un'intensa attività di critico televisivo e di scittore.



Alessio
- Alessio CIAFFARDONI
- Italia - direttore della fotografia
Diplomatosi alla Scuola Nazionale di Cinema inizia la sua carriera a Roma come assistente operatore; lavora per progetti importanti tra i quali “Boris” (film e serie Sky), “Non Uccidere” (fiction Rai) per poi approdare alla direzione della fotografia: “Le Più Piccole del '68” (Biografilm festival).Nel 2013 vince il premio miglior fotografia per il corto “Ci vuole un fisico” (regia Alessandro Tamburini) al “XX Piero Vivarelli Festival”.


Paschalis
- Paschalis PASCHALIS- Cipro - capo del dipartimento di design e multimedia università di Nicosia
Laureatosi in discipline multimediali alla Indiana State University (USA), ha condotto molti progetti nel settore per la UNOPS, per l'Unione Europea e per la Research Promotion Foundation of Cyprus; ha pubblicato numerosi articoli su riviste di settore e interviene regolarmente a conferenze internazionali. E' co-fondatore e oggi Capo del Dipartimento Design and Multimedia all'Università di Nicosia a Cipro.




La giuria tecnica di Corto in Accademia
Giudicherà i 10 finalisti e sarà presente al galà finale del 25 Maggio ed è composta da:
Allegato Decreto Nomina Giuria Tecnica
capecci
Valentina Capecci

nata ad Ascoli Piceno, laureata in giurisprudenza, specializzata in Marketing Internazione per la piccola e media impresa e diplomata alla Scuola Superiore di Pubblica Amministrazione con il massimo dei voti, è sceneggiatrice di film per il cinema: “Se fossi in te” “L’uomo perfetto” “E’ già ieri” “Uncut” “Como estrella fugages” e oltre venti fiction TV per Rai e Mediaset tra le quali “Non lasciamoci più” “Il commissario” “Prigioniere del cuore” “Caterina e le sue figlie” “I Cesaroni” “Mogli a pezzi” “Sangue caldo” “Il commissario Manara” “Il sangue e la rosa” “Provaci ancora Prof” “Pupetta” “Rosso San Valentino” “Baciamo le mani” “I misteri di Laura” “Non dirlo al mio capo”. Ha scritto commedie per il teatro: “Le parole non contano” “Souvenir” “Le confidenze del pene” “Devo dirti una cosa” “Due donne e un delitto” “Sexi Separè” e racconti, ha curato la raccolta “Omicidi all’italiana” ed. Colorado Noir, ha pubblicato il romanzo “Gente Normale” per Marsilio Ed. e gli E.book “Lui è mio e lo rivoglio” e “Il passo del pollo”.

ligorio
Cecilia Ligorio

Regista, attrice e drammaturga. Nasce a Verona. Si diploma giovanissima presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio d'Amico" e conclude i suoi studi accademici presso l'Institut de Teatre di Barcelona. Studia con registi come L. Salveti, M. Ferrero, P. Passalacqua, P. Terni, L. Ronconi, J. C. Corazza, D. Roth, W. Mouawad, F. Borchmeyer, A. Estebez tra gli altri. La sua attività si articola tra l’attività d’interprete, la regia e la drammaturgia, il suo interesse costante è quello di creare un mondo di relazione semantica tra musica teatro e danza. Lavora come attrice in diretta da D. Walcott (Nobel per la letteratura), P. Tosar, J. R. Simó, A. Rigola, M. Gas, fra gli altri. Dal 2005 al 2009 fa parte della compagnia Somnis de Somnis di Barcellona con cui riapre il Teatro Circol Maldà. In quel periodo partecipa a tutte le produzioni della compagnia nella doppia veste di interprete e assistente alla regia. Anche l’attività operistica specifica inizia nel 2005 quando collabora con l'Ensamble Nacional de Musica Contemporánea de España. Lavora per teatri come il Reina Sofía di Valencia, il Teatro Real di Madrid, il Principal di Castelló, il Teatro Verdi di Salerno, la Fenice di Venezia, il Liceu di Barcellona. Collabora stabilmente con il Palau della Musica di Valencia occupandosi dal 2007 della programmazione di “musica in famiglia”. Tra i suoi progetti spiccano il Don Giovanni di Mozart, Don Pasquale di Donizzetti, La Passio di Arvo Part, Porgy and Bess di Gershwin, La Bruja di Chapí, Il Re Pastore di Mozart, L' Elisir d'Amore di Donizzetti, , l’Assassinio nella Cattedrale (edito in dvd da Sony Records) , l’Otello di G. Verdi. Recentemente ha curato per Expo il Mosé di Rossini nel Duomo di Milano. Collabora come regista assistente con A. Rigola, direttore di Biennale Teatro. Alla sua attività come regista affianca quella di librettista. Il suo ultimo lavoro è Oltre La Porta (libretto basato nel Re Lear di Shakespeare), musica di C. Boccadoro che si presenterà in prima assoluta nella prossima edizione del Festival di Stresa (2016). Negli ultimi anni inizia a collaborare come docente invitata di interpretazione con il conservatorio di Altea (Spagna) con l’Esmuc di Barcellona e con il conservatorio Gnessine di Mosca. Nel 2010 prende parte alla fondazione della compagnia IfHuman con G. Saitta, collettivo d’artisti con sede a Les Halles di Bruxelles. Con IfHuman partecipa alla creazione di Fear and Desire, con le coreografie di Julie Stanzak (Tanztheatre di Pina Baush), Yes no maybe, con le coreografie di Bui Ngoc Quan (compagnia CdelaB) e Ne Parlez pas D’Amour. Dirige la compagnia nello spettacolo el Corregidor y la Molinera di De Falla, con la partecipazione di Estrella Morente e la direzione musicale di S. Alapont. È parte di Ludwig - Officina di linguaggi contemporanei con F. Renda e M. Giusti. B. Sicca al fianco del quale ha partecipato al Festival della Valle d’Itria nel 2014 e 2015. Per il Festival della Valle d’Itria ha firmato la regia dell’opera Baccanali di Steffani nel 2016.

lisi
Simona Lisi

ha studiato in Italia, Belgio ed Inghilterra incontrando nel suo percorso maestri come Alwin Nikolais, Carolyn Carlson, Thierry Salmon, Alain Platel, Yoshi Oida. PG Degree in Contemporary Dance alla LCDS di Londra, laureata in Estetica. La sua duttilità interpretativa le permette di muoversi agevolmente tra la danza, il teatro e il cinema d'autore. Ha lavorato in teatro con i registi Mario Martone, Pippo Del Bono, Francesco Saponaro, Egisto Marcucci, Fabrizio Crisafulli e con i coreografi Micha Van Hoecke, Adriana Borriello, Giovanna Summo, Simone Sandroni (Deja Donnè), Chiara Reggiani, con la compagnia Vera Stasi e il Pudore Bene in vista. E’ stata invitata per frequentare seminari con la compagnia delle Rosas, Wim Vandekeybus, Cesare Ronconi. E’ attrice in produzioni video e cinematografiche, sia per giovani registi (Doppieri, Catena, Misuraca, Vignolo) che per autori più consolidati come Marco Bellocchio, Cristina Comencini, Paolo Sorrentino. E' tra i protagonisti de ‘La bestia nel cuore’ di Cristina Comencini, candidato all’Oscar come ‘miglior film straniero’ e danzatrice nel film premio Oscar “ La grande bellezza”. E’ autrice di coreografie, spettacoli, performance e opere video in cui lavora sulla contaminazione tra musica, voce e gestualità, di cui spesso compone le musiche originali. Ricerca in estetica della danza e della corporeità, in questo senso suoi contributi scritti sono presenti in “In cerca di danza” AAVV, Costa & Nolan, 2000. “Creatori di senso” a cura di Max Schiavoni, Aracne ed. “Light, body, space” a cura di N. Tomasevic, Artdigiland ed., Dublin e nella rivista online “Limina Teatri”. Dirige il festival ”A piedi nudi nel parco” a Napoli e “Cinematica “ad Ancona.

Valori
Alessandro Valori
Alessandro Valori è nato nel 1965 a Macerata. Ha frequentato la scuola di sceneggiatura di Tonino Guerra a San Marino e lo stage di regia e sceneggiatura di Nikita Michalkov. Inizia la sua attività nel campo cinematografico nel 1984 come assistente alla regia di noti registi: Lina Wertmuller, Sergio Corbucci, Paolo e Vittorio Taviani. Nel 1991 fonda la società di produzione Notorius.[1] Dal 1994 dirige diversi cortometraggi, documentari e numerosi videoclip musicali per artisti italiani emergenti e affermati. Nel 2001 realizza il backstage del film di Marco Bellocchio L'ora di religione. Nel 2003 esordisce alla regia del suo primo lungometraggio, Radio West. Del 2008 il suo secondo film Chi nasce tondo... con Valerio Mastrandrea e Sandra Milo. Nel 2016 esce al cinema Come saltano i pesci, dopo otto anni dal suo ultimo lungometraggio.

 

 

“CORTO IN ACCADEMIA” è un iniziativa di Accademia di Belle Arti di Macerata - Copyright © 2017
Accademia Belle Arti - Macerata P.zza V.Veneto, 5 - T. 0733 405 150  (Lun.Mar. ore 9 - 14; Ven ore 14-17) - segreteria.cortoinaccademia@abamc.it

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. Approfondisci